• Da quanto tempo opera l’Associazione?

L’Associazione nasce nel maggio 1996 a Cavezzo.

  • Dove si trova la sede dell’Associazione?

L'associazione opera sul territorio della “Bassa Modenese”; la sua sede si trova a Medolla in via Milano, 5 (ex asilo Panda). Link a Indirizzi

  • L’Associazione a quale categoria appartiene?

Essendo un’Associazione di volontariato appartiene alla categorie delle Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale (O.N.L.U.S.).

  • L’Associazione è regolamentata da statuto, regolamento etc.?

Si, l’Associazione è soggetta da regolare Statuto redatto da Notaio con regolamentazioni interne alle quali devono attenersi i Soci. Potete trovare copia dello statuto alla sezione Statuto. Link a Satatuto

  • In che cosa consiste il Progetto Accoglienza?

Consiste nell’ospitare per un mese (Settembre) di risanamento un gruppo di bambini provenienti dalle zone contaminate dal disastro di Chernobyl; ogni bambino è ospitato a casa di una famiglia disponibile all’accoglienza.

  • Per partecipare al Progetto Accoglienza devo per forza ospitare un bambino?

No. Puoi anche semplicemente aiutarci nella preparazione e partecipazione alle attività del mese di accoglienza, e/o partecipare alle nostre iniziative di raccolta fondi durante l'anno o sostenerci economicamente.

  • Non ho figli, posso partecipare al Progetto Accoglienza?

Sì, l’accoglienza può essere fatta da tutte le famiglie che condividono i nostri valori.

  • Partecipare all’accoglienza è gratuito?

Sì, tutte le spese sono sostenute dall’ associazione che organizza appositamente durante l’ anno diverse iniziative di raccolta fondi. A carico della famiglia ospitante ci sono vitto e alloggio.

  • Il disastro di Chernobyl è accaduto nel 1986. I mass media non ne parlano più, perché continuare l’accoglienza dei bambini?

Sono trascorsi molti anni dal disastro nucleare di Chernobyl e se ne parla purtroppo solo in occasione dell’anniversario. Un incidente nucleare è però un evento che ha conseguenze disastrose per centinaia di anni, ricadendo quindi su molte generazioni. La radioattività rimane nel terreno e quindi nei cibi per molto tempo; perciò i bambini necessitano di periodi di allontanamento che consentano loro una naturale depurazione dell’organismo. Link a Ancora oggi, Chernobyl: perche?

  • Vorrei partecipare al Progetto Accoglienza, devo avere un mese di ferie?

No. L’ organizzazione nel mese di accoglienza permette anche a chi lavora di partecipare al progetto. Dal lunedì al venerdì, dalle 7.45 alle 18.15, è organizzato un centro estivo presso “l'Oasi le cicogne” a Medolla. I bambini durante il giorno stanno insieme all’accompagnatrice e ai volontari dell’associazione. Nei fine settimana invece, sono previste alcune attività che coinvolgono tutti i bambini e le famiglie.

  • Da dove provengono i bambini che ospitate?

Provengono dalle zone contaminate di Russia e Bielorussia e Ucraina, zone molto contaminate dall’ incidente nucleare che versano in una grande stato di povertà e disagi sociali. Negli ultimi anni i bambini ospitati dalla nostra associazione provengono dai villaggi della Provincia di Novozybkov situata nella Russia europea sudoccidentale.

  • Perchè i bimbi provengono da Russia? Il disastro di Chernobyl è stato in Ucraina?

L'Area contaminata è stata di 155.000 chilometri quadrati, un’area grande due volte l’Irlanda fra Bielorussia, Russia, Ucraina.

  • Che età hanno i bambini ospitati?

Dai 8 ai 12 anni.

  • È difficile comunicare con questi bambini?

Parlano solamente la loro lingua, ma il linguaggio dell’accoglienza è universale; c’è poi il supporto di Frasari per supportare una comunicazione basilare ma efficace, inoltre vi è sempre l’aiuto costante dell’interprete e di tutta l’Associazione. Negli ultimi anni la comunicazione è stata facilitata dall'uso delle tecnologie con l'ausilio di applicazioni su smartphone o pc.

  • Quali sono i benifici dell’accoglienza sui bambini?

Se pur breve, questo periodo di allontanamento, consente loro un rafforzamento delle difese immunitarie grazie ad una naturale depurazione dell’organismo. Link a sezione dove si tratta il risanamento

  • Che genere di interventi medici si sottopongono qua in Italia?

In collaborazione con il Sistema Sanitario Nazionale, tutti gli anni si prevede un calendario di accertamenti medici:

  • Controllo della tiroide tramite ecografia e palpazione

  • Controllo del fegato tramite ecografia

  • Controllo dei reni tramite ecografia

  • Controllo del canale uditivo

  • Visita ortopedica per controllo presenza scogliosi

  • Visita oculistica (se necessario acquisto occhiali)

  • Controllo neurologico di base (equilibrio, sincronia...)

Su richiesta del medico nel caso di dubbi a seguito dei controlli sopra elencati:

  • Esami del sangue

  • Esame delle urine

 

  • Ogni anno si ospitano gli stessi bambini?

No. I bambini ospitati non sono mai gli stessi di anno in anno, per permettere ad un più largo numero di loro di avvantaggiarsi dei benefici derivanti da un mese di allontanamento dai territori contaminati. Esistono comunque casi di bambini con specifiche e gravi patologie mediche per i quali è possibile ospitare una seconda volta nello stesso comitato o in altri, scelti per vicinanza a centri ospedalieri adeguati alla patologia riscontrata.